Trekking sull’appennino tosco-emiliano

22,00 

Autori: Piero Balletti e Silvano Bonaiuti
ISBN: 978-88-97043-14-0
Formato: 11,7 x 22 cm
Pagine: 96
Rilegatura: Brossura con alette
Pubblicazione: 2012


Collana:

Via Romea Nonantolana e Via della Sambuca

Questa guida è rivolta agli amanti del trekking, delle escursioni naturalistiche ed ai nuovi “pellegrini”, come contributo per invitare a percorrere in maniera consapevole questa parte di territorio, in buona parte ancora incontaminato, per scoprirne aspetti che altrimenti sarebbe difficile cogliere.
Il percorso è un itinerario transappenninico con partenza da Nonantola ed arrivo a Pistoia, città importante soprattutto nell’alto medioevo, nel cui duomo è conservata l’unica reliquia esistente in Italia di San Jacopo, San Giacomo Maggiore venerato nel celebre santuario di Compostela.
Da qui, con ulteriori due giorni di cammino si giunge a Fucecchio, inserendosi sulla via Francigena.
Si cammina spesso su strade e sentieri utilizzati mille anni fa dai pellegrini provenienti dal nord Europa e dal nord Italia per recarsi a Roma.
La bellezza e la storia dei posti attraversati si prestano a diverse chiavi di lettura secondo la propensione personale del viandante.


La guida è articolata in cinque parti:
1 – Informazioni generali
2 – Percorso emiliano (Nonantola – Porretta Terme)
3 – Percorso toscano di dorsale appenninica (Porretta Terme – Pistoia)
4 – Attraversamento del Montalbano (Pistoia – Fucecchio)
5 – Appendice e informazioni utili


Piero Balletti e Silvano Bonaiuti

Piero Balletti (1938), nato a Bologna e residente a Sambuca Pistoiese, insegnante in pensione, si interessa di botanica, storia e tradizioni locali, toponomastica. Già campione bolognese di scacchi, nella specialità "Lampo".

Silvano Bonaiuti, nato a Pàvana Pistoiese nel 1947, risiede attualmente a Marzabotto (BO).
Dirigente FS in pensione, appassionato di trekking, amante della natura è proprietario di un vecchio mulino (Mulino di Chicón), citato nella guida.
Tutte queste componenti lo hanno portato a individuare e riattivare, con la collaborazio ne di associazioni di cui fa parte, questo interessante itinerario transappenninico che affonda le sue radici nella storia.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi